Storia di Stoccolma

Storia di Stoccolma

Dalla sua fondazione nel 1250 fino ai giorni nostri, Stoccolma è sempre stata la città più importante della Svezia nonché una delle capitali più avanzate d'Europa. Scoprine le origini vichinghe, l'eleganza monarchica e il patrimonio culturale!

Origini di Stoccolma

Il primo riferimento storico a Stoccolma risale a metà del XIII secolo. Prima di allora, i vichinghi si erano stabiliti a Birka, poi abbandonata in vista della fondazione di una nuova città. Nel 1252, il re svedese Birger Jarl fondò Stoccolma nell'area che oggi corrisponde al Gamla Stan con l'obiettivo di stabilire un nuovo nucleo difensivo che proteggesse la Svezia dalle invasioni straniere.

L'ubicazione della nuova città svolse un ruolo fondamentale per lo sviluppo di Stoccolma, in quanto situata fra il lago Mälaren e il Mar Baltico. La popolazione di questa nuova città, infatti, crebbe così rapidamente che fu necessaria l'espansione negli isolotti dell'arcipelago. Il risultato? Oggigiorno Stoccolma si estende su 14 isole collegate da 57 ponti.

Stoccolma raggiunse il massimo splendore con l'ingresso nella Lega anseatica, costituita anche altre città scandinave, come Oslo e Copenaghen. Nel 1436, Stoccolma divenne la capitale ufficiale della Svezia.

Il Bagno di sangue di Stoccolma

La storia moderna di Stoccolma fu segnata dalla successione di re e dalle continue guerre con gli altri paesi scandinavi. Nel XV secolo, i regni di Svezia, Norvegia e Danimarca erano uniti sotto la figura di un unico monarca nella cosiddetta Unione di Kalmar. Nel 1448, la Svezia reclamò la propria indipendenza dalla coalizione, dando così adito all'invasione da parte delle truppe norvegesi.

Il re danese Christian II organizzò un banchetto nel Palazzo Reale per festeggiare la recente incoronazione, convivio a cui furono invitati i nobili, i religiosi e i politici più importanti di Stoccolma. Tuttavia, quello che doveva essere un lieto banchetto per rendere omaggio al neo-sovrano si rivelò una terribile trappola: Christian II, infatti, giustiziò senza pietà tutti gli invitati in una notte oggi conosciuta con il nome di "Bagno di sangue di Stoccolma". I cadaveri furono accatastati nella piazza di Stortorget, dove vi rimasero per giorni, tingendo così di rosso le strade di Gamla Stan.

Tuttavia, il figlio di una delle vittime riuscì a scappare dalla Svezia e riunire un esercito che, qualche anno dopo, penetrò in territorio svedese e scalzò le truppe danesi. Il 6 giugno 1523, la Svezia ottenne l'indipendenza. La festa nazionale svedese, che si celebra appunto il 6 giugno, commemora proprio questi terribili eventi.

La monarchia svedese

Sin dalle sue origini, la città di Stoccolma è sempre stata sinonimo di nobiltà. La monarchia svedese vi stabilì infatti la propria residenza reale, tutt'oggi presente. Il re Gustavo Vasa, che salvò la Svezia dalle mani di Christian il Tiranno, diede vita ad un periodo di sviluppo e prosperità che segnò positivamente la storia moderna svedese.

Oggigiorno, la famiglia reale svedese risiede nel Palazzo Reale di Stoccolma, teatro di diversi eventi ufficiali. Il Municipio di Stoccolma è un'altra delle sedi in cui la monarchia svedese riceve i propri ospiti. Inoltre, dal 1986, anno in cui l'inventore della dinamite Adolf Nobel destinò la propria fortuna alla creazione di una serie di premi a suo nome, vi ha luogo la cerimonia di premiazione annuale dei Premi Nobel

Stoccolma nel XXI secolo

A metà degli anni '50 ebbe inizio la costruzione della metro di Stoccolma, che ben presto si guadagnò il titolo di galleria d'arte più lunga del mondo grazie alle meravigliose stazioni decorate da paesaggi da sogno.

Qualche anno più tardi, Stoccolma fece notizia per il recupero della nave Vasa dalle acque del porto della città. I resti di quest'imbarcazione dall'inestimabile valore storico sono conservati nel Museo Vasa, uno dei più visitati della capitale.

Fra gli eventi più rilevanti del XXI secolo rientra senza dubbio l'omicidio del primo ministro Olof Palme nel 1986, in centro a Stoccolma. Nel 2003, le strade della capitale svedese si tinsero nuovamente di rosso in seguito all'assassinio del Ministro degli Affari Esteri Anna Lindh in un centro commerciale di Stoccolma.

L'affluenza di biciclette e gli spazi verdi della capitale hanno fatto di Stoccolma la prima Capitale Verde Europea. Inoltre, la città si è espansa sempre più nel corso degli anni, soprattutto grazie all'arrivo di immigrati provenienti da diversi paesi. Non a caso, la multiculturalità è il tratto distintivo di Stoccolma!